Cosa succede al corpo dopo la morte?

tumblr_mh6v96548x1qhoi9qo1_r1_500

L’ordine cronologico degli eventi che si susseguono nel nostro corpo, sia a livello molecolare che organico, dopo la morte.

  • Nel giro di secondi l’attività cerebrale aumenta improvvisamente, poi cessa; le sinapsi si spengono.
  • Nel giro di minuti la temperatura corporea comincia a scendere di 8 C° all’ora fino al raggiungimento della temperatura ambientale.
  • Le cellule cominciano a morire, in primis a causa della mancanza di ossigeno, e i tessuti vanno incontro al processo di putrefazione.
  • Nel giro di ore la mancata rimozione del calcio nei muscoli ne causa l’irrigidimento, status comunemente descritto con la locuzione latina “rigor mortis”.
  • La disidratazione porta alla degenerazione della cute che si secca e comincia a riempirsi di crepe.
  • Nel giro di giorni gli enzimi cominciano a digerire le cellule stesse che li producono.
  • Il corpo comincia ad emettere un cattivo odore a causa dell’accumulo di prodotti di scarto derivati dagli amminoacidi, tra cui la putrescina e la cadaverina.
  • Nel giro di settimane si accumulano microrganismi saprofiti che si nutrono degli organi in decomposizione.
  • I capelli si staccano e cadono.
  • Infine, dopo circa 4-5 mesi, se il corpo non viene conservato a basse temperature i tessuti molli si decompongono completamente fino a lasciar come unico resto lo scheletro osseo.