Il paziente di Berlino

il paziente di berlino

La storia del primo uomo guarito completamente dall’AIDS.

2008, Berlino. Timothy Ray Brown sconfigge l’HIV. Non una vittoria parziale come le altre, ovvero limitata al controllo dei sintomi della malattia, ma una vittoria schiacciante che ha visto eradicare completamente il virus dal suo corpo. Una singolarità.

Originario di Seattle, nel 1995 al Signor Brown venne diagnosticata un’infezione da HIV e fu sottoposto alla terapia antiretrovirale (HIV è un retrovirus) standard di quegli anni. Nel 2006, dopo essergli stata diagnosticata un particolare tipo di Leucemia e aver tentato invano la chemioterapia, il “paziente di Berlino” fu sottoposto a trapianto di midollo. Dal giorno dopo del trapianto il signor Brown interruppe la cura antiretrovirale e non furono più rinvenute tracce di HIV.

Come è guarito? I ricercatori credono che questo inaspettato risultato sia dipeso da tre fattori, singolarmente o in combinazione:

  1. La chemioterapia che ha parzialmente distrutto il sistema immunitario del paziente ed indebolito il virus.
  2. Le cellule trapiantate. Il donatore di midollo aveva infatti una rara mutazione della proteina che viene utilizzata da HIV per entrare nelle cellule umane.
  3. Il “nuovo” sistema immunitario ha attaccato il virus sopravvissuto come avviene per il “Graft versus host Disease”, che solitamente è una complicazione del trapianto in quanto le cellule immunitarie ricevute attaccano i tessuti del ricevente riconoscendoli come estranei.

Sta di fatto che tre mesi dopo il trapianto i livelli di HIV crollarono rapidamente tanto da divenire non rilevabili. Inoltre campioni di sangue e di tessuto prelevati da zone del corpo in cui l’HIV è solito insidiarsi furono analizzati e trovati privi di virus. Ad oggi, Timothy è considerato guarito.

Questo incredibile caso ha gettato le basi per la maggior parte delle attuali ricerche di una cura definitiva all’AIDS, un traguardo che non sembra più così lontano…