Perchè vengono le occhiaie?

Kristen Stewart arrives at the 85th Academy Awards in Hollywood, California February 24, 2013. REUTERS/Lucas Jackson (UNITED STATES TAGS:ENTERTAINMENT) (OSCARS-ARRIVALS) - RTR3E9FR

Le cause più comuni che determinano la comparsa di questi spiacevoli aloni scuri sotto gli occhi.

Col termine “occhiaia” si indica solitamente l’assunzione, da parte della cute presente al di sotto dell’occhio, all’altezza del muscolo orbicolare, di una colorazione scura tendente al grigio-nero-violaceo. Con l’avanzare dell’età inoltre la pelle tende a non recuperare più il colorito naturale e si va incontro all’instaurarsi delle cosiddette “borse sotto gli occhi”.

Tra le principali cause delle occhiaie troviamo:

  • Alterazione della circolazione sanguigna: il rallentamento o la stasi del sangue che irrora la parte inferiore dell’occhio può portare ad una vasodilatazione dei vasi più superficiale che diventano maggiormente visibili attraverso la cute. (effetto laccio emostatico -> per fare un prelievo si stringe un laccio intorno al braccio per far in modo che la vena si gonfi e sia più facilemente visibile o quanto meno rintracciabile).
  • Età: la “malattia” più diffusa in assoluto, tra i vari segni dell’invecchiamento non manca un deterioramento dell’apparato cutaneo e la degenerazione su vari livelli delle sue componenti tra cui, in primis, il collagene. La prima conseguenza è la perdita di elasticità e l’assottigliamento della pelle che quindi lascerà trasparire con maggiore facilità i vasi sottostanti.
  • Fumo: a causa del continuo effetto irritante esercitato  dalle sostanza rilasciate.
  • Stile di vita: poche ore di sonno, eccessivo tempo passato davanti a monitor o altri schermi, alterazione del naturale ciclo circadiano e altre abitudini scorrette costituiscono tutti fattori che concorrono all’affaticamento dell’apparato visivo e alle conseguenti manifestazioni visibili e non a carico degli occhi.
  • Disidratazione o malnutrizione.
  • Allergie o altri status patologici.

In un’era in cui la tecnologia diventa giorno dopo giorno più presente nella nostra vita e di conseguenza gli stimoli visivi che ci bersagliano aumentano lo sforzo richiesto dai nostri occhi è bene preoccuparsi per la propria salute e trovare il modo di “prendersi delle pause”  dalla frenesia quotidiana che viviamo; un esempio concreto? Spegnete il tablet, prendete un libro e andate a leggere al parco! (Ma ogni tanto tornate su askthedoc.it!)